Quando e come raccogliere l’erba

Dopo aver portato le tue cime di cannabis alla maturazione avendogli fornito un ambiente interno ottimale per facilitarne la crescita, dovrai raccoglierle. Quella che all’inizio era solo una piccola piantina è diventata una pianta matura, con delle grandi cime.

Il processo di raccolta è importante tanto quanto il processo di semina – entrambi richiedono lo stesso impegno. La prima cosa che dovrai fare è scegliere il momento giusto per raccogliere, infatti se esegui la raccolta al momento sbagliato potresti non ottenere i risultati desiderati. Solitamente si raccoglie 8-10 settimane dopo la semina, tuttavia il tempo preciso dipende dalla cima piantata e dal prodotto che vuoi ottenere.

In questo articolo discuteremo i segnali che ti permetteranno di capire se è il momento di raccogliere le cime, e anche il miglior modo per farlo.

Il Momento Giusto per Raccogliere la Marijuana

Scegliere il momento giusto è uno dei passi più importanti. Aspettare troppo può portare ad un ammuffimento a causa dell’auto-impollinazione, ma farlo troppo presto potrebbe portare a delle cime deboli che non hanno molti effetti.

 

Altri Consigli su Come Scegliere il Momento Giusto

  1. Scegliere il momento giusto è fondamentale per la raccolta della marijuana

Il momento in cui si effettua la raccolta determina quanti cannabinoli saranno contenuti nelle cime. Il meglio sarebbe avere la possibilità di ottenere la massima quantità di CBD o THC possibile nelle tue cime, in base allo scopo – forte, debole, medica o ricreativa.

Raccogliere troppo presto o troppo tardi ti potrebbe deprivare di queste componenti fondamentali. Una raccolta troppo prematura potrebbe ridurre eccessivamente la quantità di queste sostanze, e una raccolta troppo in ritardo potrebbe generare della marijuana con troppi effetti calmanti.

Ricorda i seguenti consigli per capire quando raccogliere le cime:

Con l’aiuto di una lente, osserva da vicino i tricomi: una forma a sfera o simile indica il momento adatto alla raccolta. Tre fasi dello sviluppo dei tricomi indicano che la pianta è abbastanza matura per poter essere raccolta.

  • La prima fase avviene quando i tricomi hanno la forma di un fungo e/o una testa piatta. Questo indica che non è ancora pronta per la raccolta.
  • Nella seconda fase, i tricomi trasparenti diventano di colore bianco o latte. Questo indica la quantità di THC massima, e di conseguenza, delle cime che possono dare un effetto maggiore.
  • Durante la terza fase, i tricomi assumono un colore marrone chiaro. In questa fase il CBD è al massimo, mentre il THC è relativamente basso. Se raccogli la marijuana in questa fase allora l’effetto sarà calmante e rilassante.

Un’altra tecnica comune è quella di lavare le piante con dell’acqua una o due settimane prima della raccolta. L’acqua rimuove i nutrienti e altre componenti che potrebbero influire sul sapore o sull’odore della pianta. Se la cannabis deve essere ottimizzata per avere i livelli massimi di THC, è consigliato aspettare fino all’ultima fase della fioritura – la fase in cui i cristalli di THC iniziano a coprire le cime con la resina. Tuttavia è fondamentale scegliere il momento giusto, altrimenti il THC rischia di essere degradato in CBN. Questo può essere positivo se preferisci avere più CBD nel prodotto finale, magari per i suoi effetti medici. E fortunatamente il CBD non si degrada nel tempo.

Ti stai chiedendo quando le tue cime saranno pronte per essere raccolte? Cerca di riconoscere questi tratti tipici:

  • I fiori si iniziano ad avvicinare formando un grande mazzo
  • Piccoli cristalli attorno ai fiori
  • Profumo intenso, assicurati di mantenere la circolazione dell’aria, attraverso i filtri con carbone, costante nel caso di coltivazione al chiuso
  • Fiori appiccicosi
  • I pistilli bianchi dei fiori da bianchi diventano rossi o marroni e si iniziano ad arrotolare su se stessi (circa il 60-7-% del totale)
  • Qualche larga foglia gialla

I tricomi, anche conosciuti come resina, contengono il THC. Solitamente si possono anche trovare come piccole strutture bianche sui fiori, ma questi sono diversi sia in lunghezza (sono più lunghi) sia nell’apparenza luccicante. Il colore dei tricomi indica anche il momento giusto per la raccolta.

Colore dei tricomi

I tricomi sono i contenitori della resine della pianta, e sono considerati il il miglior modo per capire se la cannabis è pronta per essere raccolta. A causa della loro piccola dimensione, è necessario utilizzare un microscopio per questo passaggio.

Si possono trovare tricomi di vario colore in base alla fase della crescita della pianta. Chiari, traslucidi e ambrati. Il miglior momento per la raccolta è quando la metà è diventata ambrata e l’altra metà è ancora traslucida. Se tutti i tricomi sono di colore ambrato il THC potrebbe essere inferiore.

  1. Non esporre la pianta alla luce fino a quando non sarà senza radici

Il prossimo passaggio è quello di rimuovere l’intera pianta dalle sue radici tagliandola. Togli tutte le foglie che non sono collegate con le cime e quelle più piccole. Parti dall’esterno fino ad arrivare all’interno. Occupati prima delle foglie grandi,  e di quelle più distanti dalle cime. Rimuovi prima le foglie che non sono collegate ai tricomi prima, e infine le foglie collegate alle cime. Seguendo queste semplici regole starai facendo la manicure alle tue piante di marijuana.

  1. La piante perderanno il 75% del loro peso quando non gli darai più acqua.

  2. Le foglie grandi possono essere rimosse una settimana prima della raccolta.

Dopo aver tagliato le piante, legale con dei fili al contrario, possibilmente in uno spazio aperto con una buona ventilazione. L’umidità nella stanza dovrebbe essere dal 45% al 55%, in modo che la cannabis si possa asciugare lentamente e completamente. Il modo in cui brucerà il prodotto dipende dal metodo utilizzato per asciugarlo. Questo processo dovrebbe durare dai 5 ai 7 giorni.

Quello che distingue un coltivatore di cannabis esperto da un novellino è l’abilità nella raccolta. Una volta effettuata nel giusto momento, rimarrai stupito dal sapore, profumo, e dagli effetti in generale. Il metodo migliore per la raccolta dipende da quello che vuoi ottenere dalle cime. E il miglior modo per capire il momento giusto è quello di prestare attenzione ai tricomi.