Come coltivare la marijuana

COME COLTIVARE SAPIENTEMENTE LA MARIJUANA

Vuoi coltivare marijuana? Sia che tu abbia bisogno di coltivarla come impresa o per uso personale, queste linee guida ti aiuteranno a coltivare cannabis in casa come un professionista in poco tempo, con risultati sorprendenti.

La marijuana può essere facilmente coltivata perché cresce velocemente come un’erbaccia.  Può anche essere prodotta in condizioni non ideali, il che la rende più facile da gestire, specialmente per i principianti.

Utilizzando tecniche di coltivazione professionali e tecnologie efficienti potete coltivare e raccogliere marijuana di alta qualità in indoor in qualsiasi scala, da un vaso a una grande serra interna.

Parte 1: Come scegliere i migliori ceppi e semi

La marijuana ha molti ceppi, e quindi i semi devono essere selezionati in base ai risultati desiderati che stai cercando.  È possibile acquistarli online o raccoglierli da piante di marijuana esistenti. I semi sani sono sodi e di colore marrone chiaro striato. I semi non sani sono solitamente neri.

Parte 2: Come impostare lo spazio di coltivazione della cannabis

Una tenda da coltivazione dovrebbe essere montata in uno spazio chiuso come un armadio o una cantina. Le tende da coltivazione possono essere ordinate anche online. Dovrebbero essere dotate di prese d’aria per l’ingresso e l’uscita dell’aria e dovrebbero essere cablate per l’elettricità. È possibile fornire una ventilazione adeguata alle vostre piante installando un ventilatore all’interno della tenda. Dovrebbe anche essere in grado di contenere e disperdere una buona illuminazione per tutte le piante. La luce è fondamentale in una tenda da coltivazione. Un’illuminazione adeguata vi darà un grande raccolto. Per questo, è possibile utilizzare lampade a LED o HID. Le lampade HID sono più economiche, ma a differenza delle lampade a LED, consumano più elettricità.

Parte 3: Propagazione – Come crescere da semi o clonare da una pianta

Piantare i semi in vasi contenenti terra da giardino umida e di buona qualità. Assicuratevi che i semi siano solo leggermente coperti di sporcizia, in modo che possano germogliare facilmente. I semi germoglieranno dopo alcuni giorni e dovrebbero essere messi sotto la luce. Innaffiateli regolarmente, ma fate attenzione a non innaffiare troppo le vostre piantine. Praticando dei fori di drenaggio sul fondo dei vasi si drena l’acqua in eccesso.

Parte 4: Come impostare un corretto flusso d’aria – Ventilazione

L’aria fresca e il corretto scarico sono vitali per una crescita di successo.  È necessario riprodurre un clima caldo con aria fresca e soffice per dare alle vostre piante l’ambiente ideale per la coltivazione.

Parte 5 – Che ci sia la luce! Come scegliere correttamente crescere le luci

È necessario avere una buona illuminazione quando si cresce all’interno per ottenere il miglior rendimento possibile. Più luci le piante diventano luminose, più grandi cresceranno!

Parte 6: Come usare acqua, nutrienti e fertilizzanti per massimizzare il vostro raccolto

La creazione del giusto sistema idrico con sostanze nutritive aggiuntive è una delle chiavi della crescita delle piante. Per stimolare la crescita, la resa e garantire che le vostre piante siano sane e robuste, mescolate i fertilizzanti in acqua e innaffiate i germogli con essa. Non applicate mai fertilizzante non diluito direttamente sul terreno o sulla pianta, perché questo lo ucciderà. Il momento migliore per applicare i fertilizzanti è di circa 2-3 settimane dopo la germinazione. Le foglie chiare sono anche un segno che le piante non sono sane e hanno bisogno di fertilizzanti. Come per l’acqua, non usare mai troppo fertilizzante per evitare di uccidere i germogli.

Parte 7: Monitoraggio della loro crescita vegetativa

E’ una buona idea monitorare le piante e regolare luce e acqua. Durante la fase vegetativa, fornire alle piante 16-18 ore di luce. Sane piante di marijuana si moltiplicano e producono foglie verde scuro per circa 3-5 settimane. Questo è un segno che tutte le condizioni sono giuste e le vostre piante stanno crescendo bene. Dovreste anche controllare la presenza di insetti e controllarli utilizzando un pesticida delicato.

Parte 8: Comprensione della fase di fioritura

Dopo la fase vegetativa, la crescita rallenta e le piante iniziano a produrre gemme. In questa fase, è vitale fornire luce solo per 12 ore al giorno. Un modo per aumentare la resa è quello di identificare e separare le piante maschili dalle femmine. Si dovrebbe fare questo per evitare l’impollinazione della pianta femmina che può ridurre il vostro raccolto. Identificare i maschi è facile. Cercate boccioli che sembrano piccoli sacchi appesi alla pianta. Le femmine hanno boccioli bianchi simili ai capelli.

Parte 9: Comprendere quando e come raccogliere

Capire quando raccogliere marijuana non è scienza missilistica. Il periodo di fioritura dura circa 2-3 mesi durante i quali le gemme continuano a crescere. Quando le piante maturano, i boccioli diventano marroni e duri. Hanno anche un odore forte e pesante. A quel punto, è il momento di raccogliere. La raccolta della marijuana è un processo semplice. Tagliate solo i germogli alla base, appena sopra il terreno. Si dovrebbe fare attenzione a non danneggiare le foglie e lasciare i germogli attaccati ai vestiti e alle dita.

Parte 10: Rifilatura, essiccazione e stagionatura

Quasi fatto! Il prossimo passo è quello di rimuovere le foglie dai boccioli. Usa forbici piccole e separa le foglie grandi da quelle piccole. Inoltre, separare i boccioli dalle piante. Le foglioline contengono per lo più i principi attivi della marijuana e vengono essiccate per l’affumicatura. La rifilatura influenza l’aspetto e la qualità del prodotto finale, quindi assicuratevi di farlo correttamente.

Dopo la rifilatura, le piante devono essere asciugate lentamente. Un processo di essiccazione lenta migliora la qualità, il gusto, l’odore e la conservazione della vostra marijuana. Stendete i boccioli su una superficie asciutta e lasciateli asciugare lentamente fino a quando i gambi si spezzano facilmente. Ci vorranno diversi giorni. Evitate di essiccarli troppo velocemente in forno o usando un ferro da stiro. La qualità complessiva del prodotto diminuirà drasticamente, e non lo volete.

Cura le foglie dopo l’essiccazione. Aumenta la potenza dei principi attivi presenti nell’erbaccia e generalmente migliora il sapore. Conservatele in vasetti e lasciatele in un luogo fresco e lontano dalla luce diretta del sole. Più a lungo lo si cura, più potente diventa. La stagionatura può essere fatta per un mese o due, a seconda di ciò che si desidera. A questo punto, può essere affumicato o mangiato.

Lì! Ora potete coltivare erbaccia di alta qualità con un alto rendimento anche nel vostro armadio. Segui questi passi e diventa un coltivatore di marijuana interna professionista.